Campus economico-giuridico

Laboratorio di cinema La grande scommessa

24 Febbraio 2017

La grande scommessa

a cura di Michele Chighizola

Regia: Adam McKay

Genere: biografico, commedia

Interpreti: Christian Bale, Steve Carrell, Ryan Gosling, Brad Pitt, Marisa Tomei

Durata: 130 minuti

Produzione: Stati Uniti

Uscita: 2016

   

Sinossi  

2005, Stati Uniti. Una serie di personaggi del mondo della finanza si rende conto che il mercato immobiliare americano crollerà nel giro di tre anni. Il primo a muoversi è Michael Blurry (Christian Bale), bizzarro manager di un hedge fund che scommette contro il mercato immobiliare attraverso la creazione di Credit Default Swap. Jared Vennet (Gosling), investitore di Deutsche Bank, viene a sapere dell’operazione di Blurry e investe anche lui nei CDS. Jared convince Mark Baum (Carrell), anch’egli manager di un hedge fund, a buttarsi nel business. Al gruppo si uniscono Charlie Geller (Magaro) e Jamie Shipley (Wittrock), due giovani investitori aiutati da un ex banchiere in pensione (Pitt). Il gruppo di finanzieri scoprirà che la fragilità del sistema immobiliare è aggravata dai CDO (Collaterized Debt Obbligation), gruppi di prestiti poveri uniti in singoli pacchetti con rating AAA. Grazie a queste scoperte e a una buona dose di cinismo, gli investitori riusciranno a guadagnare milioni dalla crisi finanziaria del 2008.

Scopo didattico  

Ispirato ad una storia realmente accaduta, La grande scommessa di Adam McKay è uno dei film che descrive più accuratamente i meccanismi che hanno portato alla crisi finanziaria del 2008. La particolarità della pellicola risiede nella modalità in cui vengono spiegati i procedimenti di cyber-finanza più complessi. Invece di avvalersi di descrizioni tecniche di esperti o di dialoghi divulgativi in stile Hollywoodiano, il film adotta uno stile sbruffone e brillante, assoldando star dello show business (Selena Gomez, Margot Robbie) che si rivolgono direttamente allo spettatore per spiegare - con esempi astratti - concetti apparentemente complessi come la cartolarizzazione, i credit default swap, le collaterized debt obbligations, i mutui subprime e via dicendo. Grazie ad un ritmo incalzante e un registro sempre in bilico tra la commedia sarcastica e il documentario specialistico, La grande scommessa riesce nel non facile compito di rendere appassionante una storia di alta finanza e, soprattutto, di divulgare in modo originale le cause della crisi economica di questi anni. Da un punto di vista più strettamente cinematografico, infine, il film di McKay spiazza lo spettatore, che si ritrova a fare il tifo per un gruppo di persone che di fatto scommise sul collasso dell’economia (e sul dolore di molte famiglie) ed ebbe successo.

Approfondimenti  

  • Cosa sono i mutui subprime? Aiutati con la spiegazione di Margot Robbie nella vasca da bagno.
  • Cosa sono i CDO? Aiutati con la spiegazione dello chef Anthony Bourdain alle prese con il pesce marcio al ristorante.
  • Perché le banche continuavano a concedere mutui a persone che non potevano sostenerli?
  • Come funzionava la bolla dei mutui a Miami che si vede nel film?
  • Perché ad un certo punto il capo di Christian Bale s’infuria e gli chiede i soldi indietro?
  • Come mai le agenzie di rating continuarono a premiare con triple AAA i pacchetti di debiti? Qual è la posizione del film sulle agenzie?
  • Negli anni recenti sono stati prodotti diversi film sulla crisi finanziaria del 2008. Si consiglia la visione comparata di Inside Job (2010), Too big to Fail (2011), Margin Call (2011), Capitalism: a love story (2009).

   

Discussione in classe

Dopo la crisi del 2008, secondo voi sono state prese le giuste precauzioni per evitare che una bolla si ripeta in futuro? Cosa bisognerebbe fare per controllare la finanza?

Clicca QUI per guardare la scena del film consigliata, nella quale Ryan Gosling spiega come investire nei Credit Default Swap.

Per condividere