Campus Storia e Geografia

Laboratorio di cinema Alla ricerca di un senso

24 Febbraio 2017

Alla ricerca di un senso

a cura di Michele Chighizola

Regia: Marc de la Ménardière e Nathanael Coste

Genere: documentario

Interpreti: Hervé Kampf, Frédéric Lenoir, Pierre Rabhi, Vandana Shiva, Trinh Xuan Thuan

Durata: 87 minuti

Produzione: Francia

Uscita: 23 febbraio 2017

Sinossi

Marc de la Menardiere e Nathanael Coste sono due giovani trentenni di successo. Marc ha 26 anni, vive a New York e ha un lavoro ben retribuito per una grande azienda francese. Nathanael è un documentarista affermato che si occupa di ambiente. Amici d’infanzia, i due si rincontrano dopo 10 anni e fanno un bilancio delle loro vite. Nonostante la sua carriera sia un successo sotto ogni punto di vista, Marc rimane profondamente colpito dai film ambientalisti dell’amico. Decide così di abbandonare il lavoro e, insieme a Nathanael, intraprendere un percorso alla scoperta di modelli di vita alternativi. Passando dall’India al Sud America, dall’Italia alla Francia, i due amici incontrano una serie di persone che si sono staccate dal modello ipertecnologico occidentale e hanno provato a riscoprire il legame con la terra. Il documentario Alla ricerca di un senso è il risultato del loro viaggio.

Scopo didattico

“Sette giorni dopo aver dato le dimissioni eravamo in India. Non sapevamo cosa fare, nemmeno se ne sarebbe uscito un film. Ci piace presentarlo come un film delle vacanze girato in modo diverso”, queste le parole usate da Marc de la Menardiere per descrivere l’esperimento a cui lui e il suo amico hanno dato vita; parole che riassumono in modo efficace l’umiltà e la pura curiosità per dei possibili modelli alternativi che anima Alla ricerca di un senso. Road movie ambientalista, leggero e divulgativo uscito in Francia nel 2016, finanziato con una efficace campagna di crowdfunding e poi distribuito nelle sale e nelle scuole transalpine, il film dei due ragazzi è un documentario semi-improvvisato sui temi dell’ambiente, dello sfruttamento del territorio e sul legame dell’uomo con la natura. Lontano da un approccio ideologico e categorico, Alla ricerca di un senso ruota intorno ad una domanda: esiste un’alternativa alla tecnologia? La ricerca di una risposta viene condotta da due persone che hanno raggiunto il successo nel modello attuale ma si sono resi conto che esso non porta alla felicità. Attraverso una serie di interviste con filosofi e sociologi che stanno lanciando nuovi modelli di sviluppo, nomi come Pierre Rabdhi e Vandana Shiva, il film incoraggia i giovani ad agire e fa riflettere gli adulti, responsabili di aver lasciato ai propri figli un mondo più complesso di quello che avevano trovato. In sala dal 23 febbraio 2017.

Approfondimenti

  • Ripercorri la storia dell’ambientalismo, dalle origini come movimento accademico fino alla nascita dei partiti Verdi.
  • A differenza di altri documentari simili sul tema, Alla ricerca di un senso si concentra sulla qualità della vita per chi lavora in un’azienda moderna. Quali sono i problemi individuati dal documentario e quali le soluzioni proposte?
  • I temi del film sono simili a quelli della cosiddetta “Enciclica verde” di Papa Francesco. Leggila e trova i punti in comune con il documentario.
  • Nel film appare Vandana Shiva, storica ambientalista indiana. Nel 2014 il New Yorker, giornale liberal americano, ha attaccato la scrittrice per alcune prese di posizione sugli OGM. Il botta e risposta è andato a avanti per settimane (per approfondire clicca QUI), dando vita ad un dibattito interessante sul tema. Recuperalo sul web e fai un riassunto dei due punti di vista.

Discussione in classe

Ritorno all’agricoltura: incubo o soluzione? Cosa ne pensate del rifiuto della tecnologia che emerge dal film?

Clicca QUI per guardare il trailer con i ragazzi che decidono di fare il documentario.

Per condividere