Campus Storia e Geografia

La Storia in un libro Un cavaliere e il suo re

28 Gennaio 2016

Un cavaliere e il suo re

di Bernard Cornwell

Note sull'autore
Bernard Cornwell è un famoso scrittore inglese di romanzi storici, conosciuto soprattutto per una serie di volumi d’avventura ambientati nel XIX secolo, il cui protagonista è il personaggio fantastico Richard Sharpe. È noto anche per una trilogia di romanzi sul tema della ricerca del sacro Graal: L’arciere del re, Il cavaliere nero, La spada e il calice.

Anno della prima edizione: 2007

Trama
In questo romanzo storico, ambientato nell’Inghilterra del IX secolo d.C., si narrano le guerre condotte dal regno sassone di re Alfredo il Grande, ultimo baluardo dei cristiani, contro l’inarrestabile avanzata dei pagani Danesi, che nei decenni precedenti avevano conquistato gran parte dei territori inglesi.
Il protagonista è un giovane cavaliere, Uthred, nobile guerriero orginario della Northumbria, cresciuto e addestrato nell’ambiente culturale dominato dai Danesi. Le sue radici lo spingono spesso alla ribellione nei confronti del sovrano sassone, ma alla fine Uthred fa la sua scelta di campo e, combattendo al fianco di re Alfredo, difensore della cultura cristiana, contribuisce alla sconfitta definitiva dei Danesi.  

Significato
Si tratta a tutti gli effetti di un romanzo di formazione, nel quale le intricate vicende del protagonista, combattuto tra la fedeltà alle proprie tradizioni culturali nordiche e pagane e l’adesione al regno cristiano di re Alfredo, si concludono con la scelta di campo finale e la realizzazione del compito che gli è stato assegnato. Grazie alla vivacità della sua narrazione, Cornwell rende molto avvincenti gli episodi di guerra, ai quali dedica particolare attenzione e che coinvolgono perciò notevolmente i giovani lettori.  

Scopo didattico
Pur essendo indirizzato prevalentemente a un pubblico adulto, questo romanzo si presta efficacemente a una lettura guidata da parte della classe: per esempio ricostruisce in modo molto attendibile le caratteristiche della vita quotidiana e delle relazioni sociali nei regni barbarici dell’Alto Medioevo. Molto avvincenti sono soprattutto le parti finali dell’opera, in cui si descrivono le vicende della battaglia di Ethandum (878 d.C.).

 

Per condividere