Campus Storia e Geografia

La Storia in un libro Efrem soldato di ventura

19 Maggio 2016

Efrem soldato di ventura

di Mino Milani

Note sull'autore
Mino Milani è stato bibliotecario, giornalista e scrittore di racconti, di romanzi e di fumetti (fu infatti collaboratore di grandi autori, come Ugo Pratt e Luciano Manara). È considerato uno tra i più importanti autori di libri per ragazzi della seconda metà del XX secolo: tra questi ricordiamo la serie di romanzi dedicata al cowboy Tommy River, L’ultimo lupo e Crespi Jacopo. Efrem soldato di ventura fu originariamente pubblicato a puntate negli anni Settanta sul Corriere dei Piccoli e riscosse un grande successo, confermato da continue ristampe, anche in edizioni scolastiche.  

Anno della prima edizione: 1972

Trama
Il protagonista di questo romanzo, ambientato nell’Italia settentrionale nel 1366, è il giovane contadino Efrem. Viene catturato in un bosco e arruolato con la forza dai cavalieri della Rosa bianca, un esercito di mercenari guidati dal comandante Giovanni Acuto: si tratta di una compagnia di soldati di ventura, che milita al servizio dei signori di Milano, i Visconti, nella guerra che li contrappone ai duchi d’Este, i signori di Ferrara, schierati a fianco del papato. Efrem dapprima subisce le crudeli angherie dei soldati, che lo vorrebbero costringere a partecipare a un saccheggio: per il suo rifiuto, viene appeso a un albero per vari giorni senza cibo né acqua, ma, grazie alla sua tenacia, riesce alla fine a conquistare la loro ammirazione. Impara così a combattere, a leggere e a scrivere e si conquista sul campo il diritto di affiancarli in battaglia, fino a diventare lui stesso un cavaliere.

Significato
Questo romanzo di formazione, oltre a narrare le caratteristiche di una compagnia di ventura e le devastazioni che tali eserciti compivano nelle campagne e nei villaggi italiani del Medioevo, contiene anche l’avvincente avventura di Efrem: passando dalla condizione di povero contadino a quella di esperto delle armi e di soldato coraggioso, egli non si limita a diventare un micidiale combattente, ma sviluppa dentro di sé anche le doti di un vero uomo. Il romanzo, inoltre, presenta con efficacia il contesto storico in cui stavano avvenendo profondi cambiamenti nell’arte della guerra e nella società, con la progressiva perdita di importanza della cavalleria, retaggio degli antichi privilegi nobiliari, a vantaggio dell’affermazione della fanteria, composta da mercenari di umili origini.  

Scopo didattico
Si tratta di un testo molto avvincente per i ragazzi, che, attraverso i continui colpi di scena, affascina e rende appassionante e incalzante la lettura. È un’opera adatta soprattutto ai ragazzi che amano i libri di avventura, ma è molto valido anche per la precisa ambientazione storica, molto utile per approfondire lo studio del basso Medioevo, nonché per l’acuta analisi psicologia del protagonista e del suo eroico cammino interiore, in cui è facile che molti alunni siano portati a immedesimarsi.

Per condividere