Campus Storia e Geografia

02 Febbraio 2017

Il compito autentico

di Vittoria Paradisi

Per competenza si intende la capacità di utilizzare le proprie conoscenze e le proprie abilità, nonché le proprie risorse personali, cognitive, affettive, volitive, in modo efficace e mirato allo svolgimento di un compito che, per le sue caratteristiche, viene definito autentico. Mentre il compito esercitativo consiste nell’applicazione delle regole e delle procedure acquisite, quello autentico chiama in causa:

imparare ad imparare, ovvero il saper selezionare, valutare, organizzare e riutilizzare le giuste informazioni, in base alle necessità;
• la creatività, intesa come capacità di affrontare situazioni nuove, “inventando” soluzioni a problemi complessi;
• lo spirito d’iniziativa e imprenditorialità, ovvero la capacità di sfruttare tutte le risorse a disposizione in modo coerente ed efficace, operando delle scelte e assumendosi dei rischi.

I compiti tradizionali solitamente vanno a verificare e\o esercitare quelle che, nella tassonomia di Bloom, sono alla base della piramide: ricordare, capire, applicare, e, nel migliore dei casi, analizzare. Il compito autentico invece arriva al vertice della piramide coinvolgendo anche la valutazione e la produzione...

Documenti allegati

Per condividere