Campus Storia e Geografia

29 Maggio 2017

Jackie

a cura di Michele Chighizola

Regia: Pablo Larrain  

Genere: storico, drammatico  

Interpreti: Natalie Portman, Peter Sarsgaard, Greta Gerwig, Billy Crudup, John Hurt  

Durata: 95 minuti  

Produzione: Stati Uniti, Cile, Francia  

Uscita: 23 febbraio 2017

   

Sinossi  

Dallas, Stati Uniti, 1963. Il 22 novembre il presidente degli Stati Uniti d’America John Fitzgerald Kennedy viene assassinato mentre si trova in auto con la first lady. Cinque giorni dopo, Jacqueline Kennedy – detta Jackie – (Portman) riceve la stampa nella propria casa per raccontare la sua versione dei fatti. Insieme al giornalista (Crudup), la moglie di JFK ripercorre i giorni che hanno preceduto l’attentato e quelli successivi, in cui si è occupata di abbandonare la Casa Bianca e organizzare i funerali del marito. Tra il dolore e la determinazione a volersi ricostruire una vita, attraverso l’intervista Jackie vuole lasciare alla storia un’immagine perfetta e senza macchia del presidente degli Stati Uniti da poco deceduto.  

Scopo didattico  

Candidato a tre premi Oscar e vincitore della miglior sceneggiatura alla Mostra del cinema di Venezia 2016, Jackie di Pablo Larrain è un film indipendente che fornisce un punto di vista originale su una delle figure politiche più importanti del Novecento americano: John Fitzgerald Kennedy.  
Il film è ambientato nei giorni antecedenti e successivi all’omicidio di Dallas, raccontati attraverso la figura di Jacqueline Kennedy, iconica e misteriosa moglie del presidente degli Stati Uniti.
La first lady affronta il lutto organizzando i funerali, dando indicazioni allo staff su come vestire la salma del marito e trasformando il musical Camelot nell’elogio funebre di JFK. In altre parole, Jackie costruisce il mito del marito destinato a echeggiare per tutto il Novecento: il presidente giovane, bello, idealista e progressista, sotto la cui presidenza l’America visse la sua età dell’oro.
Jacqueline è dunque il simbolo della capacità del Potere di creare un mito storico. Non solo, è il simbolo della forza della propaganda, strumento che è in grado di riscrivere la storia. Nonostante gli studi sull’operato di JKF abbiano dimostrato che la sua presidenza non fu molto diversa dalle altre, barcamenandosi tra successi e insuccessi, la leggenda di John Fitzgerald Kennedy - presidente liberal che stava per rendere il mondo un posto migliore - continua ad essere viva ancora oggi.
Intelligente e sfaccettato, Jackie di Pablo Larrain incrina il mito di Kennedy e, allo stesso tempo, distrugge il genere cinematografico del biopic, rivelandone la natura propagandistica. Film storico originale e spiazzante, il lungometraggio è un utile strumento didattico per portare gli studenti a riflettere sulla fragilità della storia e sulla forza del mito.  

Approfondimenti  

Il film è tratto dall’omonimo romanzo del premio Nobel per la letteratura 2004 Elfriede Jelinek. Se ne consiglia la lettura.
L’omicidio di Kennedy costituisce ancora oggi uno dei maggiori misteri del Novecento: si consiglia la visione di JFK – un caso ancora aperto (Oliver Stone), film che ripercorre le indagini che seguirono l’assassinio.
Ripercorri brevemente la vita di John Fitzgerald Kennedy, dalla nascita in una famiglia cattolica fino alla tragica morte.
L’invasione della baia dei Porci è uno degli atti più controversi della presidenza Kennedy: di cosa si tratta?
Qual era la posizione di Kennedy sul nascente conflitto in Vietnam? Fai una ricerca.
Cosa fece Jacqueline Kennedy dopo la morte del marito? Svolgi una breva ricerca on-line.
Il regista Pablo Larrain ha sempre trattato nei suoi film il tema della propaganda e dell’ambiguità della storia ufficiale: si consiglia in tal senso la visione di NO – i giorni dell’arcobaleno, incentrato sul referendum che destituì Pinochet in Cile.  

Discussione in classe  

Si suggerisce l’organizzazione di un “gioco” di classe. Un gruppo di studenti deve celebrare Kennedy, mostrandone tutti i lati positivi attraverso una ricerca collettiva. Un secondo gruppo deve invece occuparsi di sfatare il mito del presidente, elencando gli aspetti più controversi della sua persona e della sua presidenza.

Clicca QUI per guardare la scena in cui Jacqueline assiste al giuramento di Lyndon Johnson dopo la assassinio del marito.

Per condividere