Campus Storia e Geografia

Settecento La circolazione delle idee

06 Giugno 2017

La circolazione delle idee

di Carlo Capra

L’età dei Lumi è caratterizzata da due fenomeni tipici: la circolazione delle idee e la formazione di un’opinione pubblica permeata dalla fede nella ragione e nel progresso.

È presumibile che nel XVIII secolo il numero dei lettori sia molto cresciuto dato l’aumento delle pubblicazioni, soprattutto a carattere divulgativo (tra le quali si può annoverare la celebre Enciclopedia) e della stampa periodica. Si diffondono inoltre, in questo clima favorevole al confronto e alla crescita della conoscenza, nuovi centri di aggregazione sociale: i salotti, le accademie, le logge massoniche.

Ma forse l’espressione più caratteristica della civiltà dei Lumi sono i nuovi centri di aggregazione sociale: i salotti, che soprattutto a Parigi ruotano per lo più intorno a gentildonne colte e raffinate; le accademie, che si propagano nelle città di provincia e orientano i propri interessi sempre più verso oggetti di pubblica utilità, come l’agricoltura, le manifatture, l’assistenza; le logge massoniche infine, che uniscono al gusto del mistero e dei riti iniziatici ideali più o meno vaghi di rigenerazione morale, di fratellanza e di filantropia.”

Tratto da Storia moderna 1492-1848

Clicca QUI per maggiori informazioni sull’opera.

 

Documenti allegati

Per condividere