Campus Storia e Geografia

Ottocento L’esportazione del modello americano. La questione sociale e il progressismo

05 Giugno 2017

L’esportazione del modello americano. La questione sociale e il progressismo

di Stefano Luconi

Il periodo successivo alla guerra civile fu caratterizzato da una crescita economica accompagnata da forti sperequazioni sociali che trovarono giustificazioni teoriche (darwinismo sociale, calvinismo). Ma la celebrazione della nazione statunitense come la terra delle grandi opportunità, secondo cui chiunque avrebbe potuto raggiungere la ricchezza con l’impegno e il duro lavoro, era una visione che non tutti condividevano: il dissenso veniva da intellettuali ed ecclesiastici, ma anche da movimenti politici di stampo socialista (che tuttavia ebbero un’influenza marginale).

Il mondo del lavoro era attraversato da una forte conflittualità e gli Stati Uniti furono sull’orlo di una crisi sociale e politica irreversibile: la necessità di risolvere la situazione concorse alla diffusione del progressismo, un movimento riformatore teso a raggiungere un capitalismo più efficiente e meno disumano.

“Il tentativo di promuovere una serie di cambiamenti che prevenissero la disgregazione della società statunitense e rendessero il capitalismo meno iniquo, salvandolo dalla rovina, concorse alla diffusione di un nuovo movimento riformatore, il progressismo. Attraverso richieste quali l’ampliamento delle funzioni dello Stato federale per limitare l’influenza delle grandi concentrazioni industriali e finanziarie, l’introduzione di forme di regolamentazione dell’economia e l’accentuazione del controllo dal basso sulla politica, i suoi obiettivi non furono abbattere un sistema fondato sulla proprietà privata e instaurare un’economia pianificata e statalizzata, bensì raggiungere un capitalismo più efficiente e meno disumano per consentirne la sopravvivenza.”

Tratto da La «nazione indispensabile». Storia degli Stati Uniti dalle origini a oggi

Clicca QUI per maggiori informazioni sull’opera.

Documenti allegati

Per condividere