Campus Scienze umane

Sociologia Progettare i corpi e i sessi naturali

06 Giugno 2017

Progettare i corpi e i sessi naturali

di Cirus Rinaldi

I significati associati alla sessualità non sono universali, ma frutto di definizioni socio-culturali e categorizzazioni che assurgono a modelli identitari e identificativi.

Le prime teorizzazioni sulla sessualità considerano le donne come il rovescio degli uomini e ancora nel Cinquecento il corpo canonico è quello maschile, secondo un modello monosessuale che durerà fino al XVIII secolo, quando si inizierà a considerare una contrapposizione complementare e funzionale del sesso maschile e di quello femminile.

Appare interessante notare come l’esistenza culturale di un unico sesso prevedeva che i maschi fossero reputati gli esemplari perfetti, mentre le femmine sono naturaliter imperfette e manchevoli: una conseguenza culturale direttamente connessa all’assenza di un sistema dicotomico di genere e sessuale era l’inappellabilità al riconoscimento del «vero sesso», aspetto che sarà invece leitmotiv degli studi medico-legali tardo settecenteschi e ottocenteschi soprattutto sui soggetti intersessuali […].

Tratto da Sesso, sé e società. Per una sociologia delle sessualità

Clicca QUI per maggiori informazioni sull’opera.

Documenti allegati

Per condividere