Campus Scienze umane

Sociologia L’autorità religiosa

06 Giugno 2017

L’autorità religiosa

di Renzo Guolo

L’islam è un’organizzazione religiosa di “tipo chiesa”, con ciò intendendo che le sue ambizioni sono universali: sotto questo aspetto si distingue dall’organizzazione “tipo setta”, che raggruppa movimenti dissidenti dalla linea di credenza maggioritaria.

“Chiesa” e “setta” sono le due tipologie entro le quali i gruppi religiosi islamici si possono inquadrare, in alcuni casi convivendo, in altri trasformandosi l’una nell’altra.

La religione ha a che fare con il sacro ma è, anche, organizzazione che si crea attorno a quell’esperienza per riprodurla e celebrarla. Il termine organizzazione rinvia alla questione dell’autorità che definisce le regole interne, i meccanismi della sua legittimazione, il contenuto di fede su cui deve esserci concordanza. La funzione principale dell’autorità è quella di fare in modo che un’istituzione religiosa possa durare nel tempo, anche di fronte a mutamenti sociali che ne indeboliscono il peso, producono deficit di legittimazione o alimentano conflitti.”

Tratto da Sociologia dell’islam. Religione e politica

Clicca QUI per maggiori informazioni sull’opera.

 

Documenti allegati

Per condividere