Campus Scienze umane

Pedagogia Vygotskij e lo sviluppo degli apprendimenti: un processo complesso.

18 Aprile 2017

Vygotskij e lo sviluppo degli apprendimenti: un processo complesso.

di Alain Goussot, Riziero Zucchi

Per Vygotskij il processo di apprendimento, intimamente legato al contesto relazionale, sociale e culturale in cui accade, è caratterizzato da elementi di continuità e di discontinuità: sono proprio questi ultimi, le crisi o difficoltà di apprendimento, a costituire – nella loro natura di trasformazioni qualitative – un’occasione per crescere in modo nuovo. Il processo di sviluppo, dunque, non è l’esplicitazione di potenzialità già insite nell’individuo sin dall’inizio, ma un movimento nel quale, di volta in volta, intervengono elementi che non esistevano nelle fasi precedenti.

“Lo sviluppo umano è un processo di crescita fatto di elementi di continuità, ma anche di rotture e di salti di qualità; c’è una costante dialettica equilibrio/squilibrio, unità dei contrari nel nesso tra l’evoluzione delle diverse funzioni. Le fasi di transizione: nascita, svezzamento, scuola dell’infanzia, scuola primaria, pre-adolescenza e adolescenza, età adulta, invecchiamento costituiscono delle fasi di passaggio determinate della vita e si manifestano attraverso delle criticità che vengono superate con l’apprendimento e l’elaborazione o la ridefinizione di nuove modalità di essere.”

Tratto da La pedagogia di Lev Vygotskij. Mediazioni e dimensione storico-culturale in educazione

Clicca QUI per maggiori informazioni sull’opera.

Documenti allegati

Per condividere