Campus Primaria

Compiti di realtà Competenze e compiti di realtà

17 Febbraio 2017

Competenze e compiti di realtà

La competenza è definita come “la comprovata capacità di utilizzare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale”[1]. Si tratta quindi di conoscenze, abilità e capacità personali che devono essere mobilitate per poter verificare che uno studente possieda una determinata competenza.

La certificazione delle competenze, prevista al termine della classe quinta della scuola primaria, deve essere intesa quindi non come una semplice registrazione degli apprendimenti disciplinari, bensì come una “valutazione complessiva in ordine alla capacità degli allievi di utilizzare i saperi acquisiti per affrontare compiti e problemi, complessi e nuovi, reali o simulati”[2].

In questo contesto si inseriscono i compiti di realtà, o compiti autentici. I compiti di realtà si configurano appunto come problemi complessi e aperti, in cui gli studenti devono mettere in moto le loro abilità cognitive, metacognitive ed extra-cognitive. Attraverso lo svolgimento di un compito di realtà, lo studente costruisce il proprio sapere, divenendo protagonista del proprio apprendimento: dimostrando autonomia e senso di responsabilità, egli adopera con consapevolezza il proprio sapere e le proprie capacità al fine di raggiungere uno scopo. In questo modo l’alunno sarà poi in grado di trasferire tale esperienza anche ad altri contesti, nell’ottica di quell’apprendimento permanente che è il vero obiettivo di ogni attività educativa.

I compiti di realtà, inoltre, aiutano lo studente ad acquisire un metodo di studio, in quanto lo stimolano a recuperare le conoscenze già acquisite e a sviluppare capacità logico-interpretative e strategie metodologiche.

 

       

[1] Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 aprile 2008 sulla costituzione del Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente, 2008

     

[2] Linee guida per la certificazione delle competenze nel primo ciclo di istruzione, MIUR, 2015

Documenti allegati

Per condividere