Campus Matematica e Fisica

Contributi d'autore Deterrenza. Esempio 4.28 Deterrenza in presenza di integralismo

06 Giugno 2017

Deterrenza. Esempio 4.28 Deterrenza in presenza di integralismo

di Bruno Chiarini

La strategia della deterrenza, sebbene paradossale, ha dimostrato nella realtà di funzionare: così, la minaccia costante di una guerra totalmente distruttiva ha mantenuto la pace nel mondo per più di cinquant’anni, dal momento che le rivalità non sono sfociate in un conflitto aperto che avrebbe potuto avere come esito la fine del mondo.

L’Iran, sottolineano molti commentatori politici, è pervaso da un fanatismo religioso e dall’integralismo islamico. Occorre considerare, quindi, un contesto che ne prenda atto. La situazione potrebbe essere modellata nel seguente modo: gli Stati Uniti, secondo le parole del presidente Obama, intimano all’Iran di rinunciare alla costruzione di armi nucleari; l’Iran, secondo le parole del presidente Ahmadinejad, può rispondere con il mantenimento del piano nucleare (che costituisce anch’esso una minaccia) o con la rinuncia del piano nucleare.

Tratto da Un mondo in conflitto. Teoria dei giochi applicata

Clicca QUI per maggiori informazioni sull’opera.

Documenti allegati

Per condividere