Campus Italiano

Laboratorio di cinema La leggenda degli uomini straordinari

26 Aprile 2016

La leggenda degli uomini straordinari

Regia: Stephen Norrington

Genere: Avventura, fantasy

Interpreti: Sean Connery; Naseeruddin Shah; Peta Wilson; Tony Currain; Stuart Townsend; Shane West; Jason Flemyng; Max Ryan

Produzione: Stati Uniti, Germania 2003

Scopo Didattico

La visione de “La leggenda degli uomini straordinari” è stimolante sotto diversi punti di vista. Il film è innanzitutto la fedele trasposizione sul grande schermo del fumetto “La lega degli straordinari gentlemen” di Alan Moore. Il film permette dunque un primo approccio alla produzione artistica di uno dei più importanti fumettisti del mondo (suoi sono “V per Vendetta”, “Watchmen” e “La vera storia di Jack lo squartatore”) e, più in generale, al fumetto, il principale erede letterario della narrativa d’avventura ottocentesca. Il passaggio di consegne tra letteratura avventurosa dell’800 e i fumetti del ’900 appare particolarmente evidente ne “La leggenda degli uomini straordinari”, dove i protagonisti di un racconto di supereroi sono proprio i personaggi dei romanzi fantasy del XIX secolo (come Dorian Gray, Capitano Nemo, Tom Sawyer, etc.). Il film è così un’interessante mix di vecchia e nuova avventura, che utilizzando personaggi del passato in modo diverso, è un perfetto esempio di cultura pop postmoderna.

Attività didattiche

  • Uno dei supereroi del film è Capitano Nemo, personaggio inventato di Julius Verne in “20.000 leghe sotto i mari”. Recupera il famoso romanzo di avventura.
  • Nel film compare anche Tom Sawyer, personaggio inventato da Mark Twain. Nel film il ragazzo è molto diverso da come appare nei racconti di Twain. Fai una piccola ricerca sulle differenze apportate dal film al personaggio.
  • Alan Moore, autore del fumetto originale, ha reinventato in modo originale anche un altro personaggio “cult” dell’ottocento: Jack lo squartatore. Recupera il film “La vera storia di Jack lo Squartatore” con Johnny Depp, film tratto dal suo fumetto e prova a tracciarne le differenze.
  • Gli “Extraordinary Gentlmen” di Alan Moore sono personaggi famosi presi in prestito dalla narrativa avventurosa dell’epoca vittoriana. Trovi che i personaggi del fumetto con quelli del film abbiano delle affinità o il registra ha preferito riprendere solo i nomi e “riscrivere” il carattere dei protagonisti?

     

Discussione in classe

  • Siete d’accordo con chi sostiene che i fumetti hanno sostituito il romanzi d’avventura nelle camere dei ragazzi in tutto il mondo? Leggete i fumetti o romanzi d’avventura?
  • Con la crisi dei valori borghesi è svanito anche il genere letterario che per più di un secolo e mezzo ha affondato le sue radici nella vita quotidiana dei lettori: il romanzo di formazione. Secondo te, può il fumetto di oggi essersi sostituito a questo genere letterario? Prova a rispondere a questa domanda partendo dalla lettura di un fumetto di “ultima generazione”, noi ti suggeriamo “Il Nao di Brown” di Glyn Dillon.

 

Clicca QUI per vedere la scena del film in cui i personaggi letterari dell'Ottocento rivestono i panni di supereroi

Per condividere