Campus Italiano

Laboratorio di cinema Harry Potter e la pietra filosofale

03 Marzo 2016

Harry Potter e la pietra filosofale

Regia: Chris Columbus

Genere: Fantasy, avventura

Interpreti: Daniel Radcliffe, Emma Watson, Rupert Grint, Robbie Coltrane, Richard Harris, Maggie Smith, Ian Hart, Alan Rickman, Tom Felton, Fiona Shaw

Produzione: Regno Unito, Usa, 2001

Scopo Didattico

La visione di Harry Potter e la pietra filosofale è importante sotto diversi aspetti. Il film di Chris Columbus è infatti la pregevole trasposizione cinematografica dell’omonimo bestseller di J.K. Rowling, libro cult che, insieme ai suoi sei seguiti, ha riportato in auge il genere fantasy alla fine degli anni ’90. Il film, come il libro da cui è tratto, rappresenta un approccio - allo stesso tempo – innovatore e conservatore al romanzo fantasy classico sviluppatosi nei primi decenni del ‘900: l’ambientazione fantasmagorica leggermente anti-moderna, dove creature fantastiche, animali e magia sono elementi della vita quotidiana, è assai simile a quella dei classici “Lo Hobbit” e “Il Mago di Oz”. Come ne “Le Cronache di Narnia”, inoltre, una porta nascosta del mondo reale dà accesso all’universo fantastico (là era un armadio, qui è una colonna in stazione). Il mondo magico, tuttavia, viene fatto interagire in modo innovativo con alcune realtà di oggi (come la scuola, i primi amori, ma anche il bullismo e il razzismo), portando ad una grande immedesimazione del pubblico. Il film riesce nell’impresa di trasportare sul grande schermo l’atmosfera meravigliosa del libro, arricchendola con una buona dose di ironia “british” data dal cast di vecchie glorie del cinema britannico (Maggie Smith, Alan Rickman, Richard Harris).

Attività didattiche

  • Il “fenomeno Harry Potter” ha dato vita ad una rinascita della letteratura fantasy legata ai maghi. Fai una ricerca su “Percy Jackson”, saga che ha molti punti in comune con quella di  J. K. Rowling.
  • Voldemort come Hitler? In molti critici se lo sono chiesto. Raccogli tutti i punti in comune che hanno il villain di Harry Potter e il personaggio storico.
  • J.K. Rowling ha scritto una specie di spin off della saga di Harry Potter che risponde al nome di “Gli animali fantastici: dove trovarli”. Fai una ricerca su questo libro.
  • La storia di Harry Potter si presenta come un cocktail di molti romanzi classici di formazione, soprattutto quelli di origine anglosassone: la sua figura trova assonanze con l’Oliver Twist di Dickens, ma anche con la Dorothy de “Il Mago di Oz” di Lyman Frank Baum. Sapresti indicare quali sono questi somiglianze?
  • Harry Potter rappresenta una “topos” letterario: un orfano cui la vita ha riservato disastri e per questo è destinato a grandi imprese. Il romanzo, così come il film, può essere inserito non solo nella categoria dei libri fantasy, ma anche in quella dei romanzi di formazione. Spiega il motivo.
  • Dopo aver letto il romanzo, o alcuni passi di esso, come definiresti la scrittura di J.K. Rowling?
  • Quali sono le caratteristiche dei personaggi presenti nel romanzo? Come definiresti le loro personalità?

           

Discussione in classe

  • Grazie alle saghe cinematografiche de Il Signore degli anelli e Harry Potter, il genere fantasy è tornato in auge, unendo grandi e piccini. Secondo voi è tornato di moda perché offre una fuga temporanea da una realtà quotidiana triste?
  • Tra i temi principali del romanzo spiccano l’amicizia, la curiosità di conoscere sempre cose nuove e la possibilità di affrontare le difficoltà in maniera più esilarante. Pensi che la lettura del romanzo, così come la visione del film, possa aiutare a superare le difficoltà legate all’età adolescenziale?

Clicca QUI per visualizzare la scena del film in cui è possibile vedere l'interazione tra contemporaneità e mondo fantastico

Per condividere