Campus Italiano

Consigli di lettura L’estate che conobbi il Che

11 Aprile 2017

L’estate che conobbi il Che

a cura di Michele Chighizola

Autore: Luigi Garlando

Genere: romanzo

Pagine: 179

Editore: Rizzoli

   

Trama

Estate 2014, Brianza. Cesare è un dodicenne spensierato che si appresta a seguire i mondiali di calcio che si svolgeranno durante l’estate. Figlio dell’amministratore delegato di una grande azienda, Cesare vede però la sua vita cambiare repentinamente in seguito a due eventi drammatici: la crisi economica costringe suo papà a vendere la fabbrica ai cinesi, che intendono chiudere lo stabilimento e licenziare gli operai; suo nonno ha un infarto e viene ricoverato d’urgenza in ospedale. Proprio mentre l’anziano viene portato al pronto soccorso, Cesare nota che questi ha il volto di Ernesto “Che” Guevara tatuato sulla spalla. Incuriosito da quel viso che ricorda lontanamente Gesù Cristo, Cesare si reca in ospedale e inizia a farsi raccontare l’avventurosa e leggendaria storia del rivoluzionario argentino, appassionandosi alle idee del celebre personaggio storico. Intanto, sullo sfondo, nel paese cresce la tensione per la crisi dell’azienda del padre.

   

Scopo didattico  

Vincitore del premio Strega Ragazzi e Ragazze 2017 (categoria +11), L’estate che conobbi il Che è un brillante esempio di narrativa per giovani, ideale da leggere in classe per i suoi contenuti che parlano di storia, attualità, economia e gioventù.

Il romanzo di Luigi Garlando procede su due binari: da una parte abbiamo le drammatiche vicende della crisi economica di oggi, raccontata attraverso la chiusura della CaMerate, azienda del padre del protagonista; dall’altra seguiamo il racconto storicamente accurato della vita di Ernesto Guevara, narrata in modo preciso e solenne dal nonno di Cesare. Il libro permette così ai giovani di oggi di scoprire la storia di uno dei più grandi miti del Novecento, il “Che”, idealista e rivoluzionario, paragonato più volte a Gesù Cristo nel romanzo, un uomo semplice che ha attraversato la Guerra Fredda, l’era di Kennedy, l’epoca delle dittature del Sudamerica e che, soprattutto, ha reso possibile la Rivoluzione cubana del 1959. Grazie alla scoperta di Che Guevara e della sua lotta in difesa dei più deboli, Cesare si sensibilizza per la prima volta su tematiche sociali come la disoccupazione, la crisi economica e le conseguenze della globalizzazione, capendo il dolore degli operai che rischiano di essere licenziati dall’azienda del padre.

Utile strumento di didattica interdisciplinare, L’estate che conobbi il Che è un romanzo di formazione che unisce storia, mito e attualità raccontando la storia di un dodicenne che per la prima volta nella vita si rende conto di quello che accade fuori dalla propria vita e coglie il senso dei processi storici.

   

Approfondimenti

  • Aiutandoti con le pagine storiche del romanzo, ricostruisci la vita di Ernesto Guevara, dagli inizi come medico in Argentina alla morte violenta in Bolivia nel 1967.
  • Come cambiò l’economia di Cuba in seguito alla presa del potere dei rivoluzionari? Svolgi una breve ricerca online, concentrandoti sul ruolo della Stato.
  • Il capo della rivoluzione cubana fu Fidel Castro, personalità molto diversa dal “Che”. Fai una ricerca sul personaggio storico, concentrandoti sugli eventi successivi alla Rivoluzione.
  • Gli Stati Uniti cercarono di rovesciare la rivoluzione cubana attraverso il famoso episodio de “La baia dei porci”. Di cosa si tratta? Cosa accadde?
  • Cuba dopo la caduta dell’URSS: l’isola caraibica ha affrontato un periodo molto difficile dopo la fine dell’Unione Sovietica. Cosa è cambiato negli ultimi anni? Ripercorri la storia di Cuba dal 1989 a oggi, concentrandoti sul cosiddetto “Periodo Especial” e sulla ripresa dei rapporti con gli USA voluta da Obama.
  • Nel romanzo viene descritta la crisi economica dell’azienda “CaMerate”, prima venduta ai cinesi e poi delocalizzata. Cosa significa ‘delocalizzazione’ in economia?

 

Discussione in classe

Gli ideali di “Che” Guevara sono ancora applicabili al mondo di oggi? Sono idee ormai obsolete o abbiamo ancora qualcosa da imparare? Per combattere la crisi di oggi servirebbe un nuovo “Che”?

   

Conoscere l’autore e l’opera

Luigi Garlando racconta la genesi del libro in un’intervista a La Stampa.

Guarda un booktrailer de L’estate che conobbi il Che.

Per condividere