Campus Italiano

Consigli di lettura Storie dal mondo nuovo

29 Marzo 2017

Storie dal mondo nuovo

a cura di Michele Chighizola

Autore: Daniele Rielli  

Genere: reportage

Pagine: 313

Editore: Adelphi

   

Contenuto

Dieci reportage sul mondo contemporaneo, colto nelle sue ironiche e surreali contraddizioni. Gli strani rituali dei promoter di start up a Londra; una giornata passata in “transatlantico”, il grande salone del Parlamento italiano dove si aggirano i politici; l’universo infernale del poker online; una festa di fan di Valentino Rossi descritta come un moderno saturnale; un sfarzoso matrimonio di due rampolli indiani in Puglia; l’apartheid morbida dell’Alto Adige; una notte passata con un writer che dipinge un graffito illegale su un treno; l’intervista al celebre poliziotto italo-americano Frank Serpico. Convinto che “la realtà, se gli dai una chance, ti stupisce”, Daniele Rielli racconta in modo appassionante, forbito e beffardo le mille sfaccettature dell’oggi.

   

Scopo didattico

Negli ultimi 50 anni il reportage narrativo è diventato un genere letterario consolidato. Partendo dai grandi resoconti di Giorgio Bocca sull’Italia che cambiava del boom economico, passando per le psichedeliche testimonianze di Tom Wolfe e quelle surreali del Gonzo Journalism di Thompson, arrivando fino ai reportage intesi come forma d’arte vera e propria di David Foster Wallace e Emmanuel Carrère, questo genere di scrittura giornalistica che fonde l’editoriale con l’inchiesta è diventato uno degli strumenti più utilizzati dagli scrittori per capire la realtà, soprattutto dopo l’esplosione del web.  Danieli Rielli proviene proprio dal mondo di Internet (è un ex blogger) e può essere considerato il maggior interprete italiano del reportage narrativo. Ispirandosi allo stile enciclopedico e iperrealistico delle raccolte Considera l’aragosta e Una cosa divertente che non farò mai più di Foster Wallace, Rielli racconta il caos contraddittorio dell’oggi con un affresco di reportage narrativi tanto spassosi quanto illuminanti. Al caleidoscopio indecifrabile del “mondo nuovo” il libro dà un ordine, seppur momentaneo, attraverso lo sguardo disincantato ma appassionato sulla la realtà del giovane scrittore.

   

Approfondimenti

  • Il titolo del libro è un omaggio a Il mondo nuovo (1932) di Aldous Huxley. Chi era? Di cosa parla il romanzo? Quali sono le affinità tra i personaggi reali del libro di Rielli e quelli fittizi del romanzo di Huxley?
  • Cos’è il reportage narrativo? Fai una ricerca.
  • Giorgio Bocca, Tom Wolfe, David Foster Wallace, Emmanuel Carrère: quattro modi diversi di interpretare il reportage. Scegli uno di questi scrittori e fai una ricerca su di lui, concentrandoti sul suo modo di interpretare il reportage.
  • Nel reportage sui fan di Valentino Rossi lo scrittore paragona il ritrovo ad un saturnale antico. Di cosa si tratta? Quali sono i punti in comune tra le due manifestazioni?
  • Emmanuel Carrère, il campione del reportage narrativo francese, ha da poco pubblicato una nuova raccolta di analisi di eventi a cui ha preso parte: Propizio è avere ove recarsi (Adelphi, 2017). Se ne consiglia la lettura.

           

Discussione in classe

Giornalismo e web: secondo voi Internet è destinato a distruggere il giornalismo cartaceo come lo conosciamo? Lo stile blogger si imporrà anche nei giornali online?

Per condividere